Pizzelle alla Napoletana

Specialità della Romanina

Pizzelle alla NapoletanaVuoi proporre come piatto tipico qualcosa di veramente gustoso e sfizioso che piaccia soprattutto ai bambini?

Allora non ti resta che ordinare le squisite pizzelle alla napoletana. La storia delle pizzelle fritte è legata a Napoli, si dice infatti che queste pizzelle venissero vendute in particolare nei “bassi”, ovvero le piccole abitazioni dove vivevano le famiglie più povere della città che difficilmente potevano acquistare da mangiare.

Il soprannome delle pizzelle fritte era infatti "a ogge a otte” ovvero “la mangio oggi e la pago tra otto giorni”, perché i  pizzaioli erano soliti fare credito a questa povera gente. La tradizione vuole anche che fossero le mogli dei pizzaioli a preparare le pizzelle fritte, utilizzando gli impasti della pizza preparata dai mariti, che così arrotondavano i magri incassi della settimana.

Chi le conosce sa quanto sono semplici e buone, chi invece non le conosce non sa cosa si perde! Le pizzelle sono delle straordinarie e veloci varianti della pizza, in quanto l’impasto è il medesimo. Tendenzialmente si fanno fritte, ma sono buonissime anche al forno risultando certamente meno pesanti.

La caratteristica di queste pizzelle è la morbidezza e l’elasticità dell’impasto, che nel forno si gonfia e cresce fino a formare una piccola pizza molto alta. Infatti la loro semplice preparazione le rende allo stesso tempo molto gustose.

Dopo averle preparate, si condiscono con salsa di pomodoro, basilico e parmigiano, solitamente si portano in tavola insieme ad un buon vino bianco.